L’Adriatico medio-occidentale. Coste, approdi e luoghi di culto nell’antichità - Tiziana Capriotti (IRAW 5)

di

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 65.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    In 4°, pp. 406, con 151 ill. ni in b/n.

    La devozione degli antichi come filo conduttore per un lavoro di sintesi delle ricerche archeologiche condotte negli ultimi quarant’anni sui siti costieri della V regio – (Picenum) ovvero quella fascia del Medio Adriatico occidentale compresa prevalentemente nelle regioni Marche e Abruzzo settentrionale. Un’analisi complessiva delle fonti storiche a noi note sui culti praticati nelle città portuali, compresi gli scali e gli approdi allo sbocco delle vallate fluviali marchigiane, tra sopravvivenze di età preromana, influenze culturali mediterranee, colonizzazione greca e romanizzazione.

    Tiziana Capriotti, di origini marchigiane, si è formata nell’ateneo perugino sotto la guida di Filippo Coarelli. Dottore di ricerca e studiosa di dinamiche religiose nel mondo antico, collabora con l’Ecole Française de Rome per il progetto “Fana, Templa, Delubra. Inventaire des lieux de culte de l’Italie antique”, per il quale si è occupata della V regio – Picenum. Archeologa da campo, ricercatrice, esperta in didattica e valorizzazione dei Beni Culturali, ha collaborato come consulente e referente scientifico per diversi istituti museali in Umbria e nelle Marche. Attualmente è direttore del Museo Civico Archeologico di Monte Rinaldo (FM) e professore a contratto di Archeologia Classica presso l’Università di Camerino. Questo lavoro è un approfondimento della ricerca svolta presso l’Università degli Studi di Trieste nell’ambito del dottorato in Scienze dell’Antichità.ABSTRACT

    Indice:
    INTRODUZIONE
    I. IL BACINO ADRIATICO NELL’ANTICHITÀ: FONTI STORICHE, MITO E STORIA DEGLI STUDI
    II. LA REGIONE MEDIO-ADRIATICA: EVOLUZIONE STORICA DEL PICENO ALL’INTERNO DEL BACINO ADRIATICO
    Inquadramento topografico
    Dal Paleolitico all’età del Bronzo
    L’Età del Bronzo nelle Marche
    L’Età del Ferro nelle Marche
    Le origini dell’ethnos piceno
    La fase orientalizzante nelle Marche (VIII–VI secolo a.C.)
    L’età arcaica nelle Marche
    Dal IV al II secolo a.C.: Celti, Siracusani e Romani nelle Marche
    III. LUOGHI DI CULTO NELLE CITTÀ EMPORICHE DELLE REGIONES V E VI. DOSSIER DELLE FONTI E STORIA DEI SITI
    Castrum Novum (Giulianova, Località Bellocchio – Te)
    Castrum Truentinum (Truentum), (Martinsicuro, Località “Case Feriozzi” – Te)
    Cupra Maritima (Cupra Marittima – Ap)
    Castellum Firmanorum (Porto San Giorgio, Località Salvano – Fm)
    Cluana (Porto Civitanova, Civitanova Marche – Mc)
    Potentia (Porto Recanati, Località Santa Maria In Potenza – Mc)
    Numana (Numana – An)
    Ancona (Ancona – An)
    Sena Gallica (Senigallia – An)
    Fanum Fortunae (Fano – Pu)
    Pisaurum (Pesaro - Pu)
    IV. I CULTI MAGGIORMENTE PRATICATI NELLE CITTÀ EMPORICHE DEL MEDIO-ADRIATICO
    Considerazioni conclusive
    Culto di Apollo
    Culto di Cupra
    Culto di Afrodite (Akráia?)
    Culto di Fortuna
    Culto di Bona Dea
    TAVOLE
    BIBLIOGRAFIA











    Indice: