Tracce. Memoria e fotografia nella letteratura tedesca contemporanea - Nicola Ribatti

di Nicola Ribatti

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 25.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:


    Roma, 2014, formato cm 15x21, pag. 192

    Negli anni successivi all'unificazione tedesca il panorama politico-culturale della Germania è stato dominato dal tema della memoria e della tradizione memoriale degli eventi legati soprattutto al passato nazionalsocialista e alla Shoah. Nell'ambito di questo 'memory boom' sono numerosi i cosiddetti 'romanzi generazionali' (Generationenromane) che si sono confrontati con il tema del ricordo e del confronto tra generazioni.
    Questi testi sono altresì accomunati da una particolare attenzione per il medium fotografico, evocato indirettamente attraverso la descrizione linguistica (il classico procedimento dell'ékphrasis) o inserito direttamente nel testo (è il caso dei cosiddetti iconotesti o fototesti letterari), che assume un ruolo fondamentale per il processo memoriale descritto nelle opere.
    A partire dall'immagine fotografica, autori come Sebald, Maron, Timm, Drawert, Beyer e altri, si interrogano non solo sul suo 'statuto ontologico', ma anche e soprattutto sulla possibilità che la letteratura stessa ha di rammemorare e far rivivere il passato.

    Nicola Ribatti, è dottore di ricerca in Letterature Comparate. I suoi interessi vertono sulla letteratura tedesca moderna e contemporanea, sulla teoria della letteratura e sulla cultura visuale. Ha pubblicato una monografia su W. G. Sebald, (Allegorie della memoria. Testo e immagine nella prosa di W. G. Sebald, Trento 2012) e articoli su Walter Benjamin, W. G. Sebald,Monika Maron, Uwe Timm, Kurt Drawert, Marcel Beyer.

    Indice:
    Introduzione: 'Memory boom'; Visual Studies ; Memory Studies. La memoria ritrovata: letteratura e confronto generazionale. 1. In patres / 2. Come mio fratello di Uwe Timm / 3. Immagini sfocate di Ulla Hahn / 4. La piccola figura di mio padre di Peter Henisch / 5. Conclusioni. così dunque che ritornano, i morti: Le lettere di Pawel di Monika Maron e Gli emigrati di W. G. Sebald. 1. Le lettere di Pawel di Monika Maron / 2. Gli emigrati di W. G. Sebald. Lo specchio e la scena: Terra specchio. Un monologo tedesco di Kurt Drawert e Spie di Marcel Beyer. 1. La letteratura di terza generazione / 2. Terra specchio. Un monologo tedesco di Kurt Drawert / 2.1. Al di là dello specchio / 2.2. Tra Wittgenstein e Lacan / 3. Spie di Marcel Beyer / 4. Conclusioni. Ricordare Auschwitz: letteratura e fotografia 1. La letteratura dopo Auschwitz / 2. Austerlitz di W. G. Sebald / 3. Un paese invisibile di Stephan Wackwitz. Bibliografia