Avvolti dalla morte. Ipotesi di ricostruzione di un rituale di incinerazione a Tebe - Marcella PISANI - vol XXI/2013

di Marcella PISANI

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 80.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    2013 - pp. 172, Tavv. 47 f.t.

    Monografie della Scuola Archeologica Italiana di Atene e delle Missioni Italiane in Oriente, XXI

    Dalla Introduzione: La documentazione emersa dall’esplorazione di Tebe in quest’ultimo venticinquennio, ad opera della IX Eforia per le Antichità Preistoriche e Classiche della Beozia, sotto la direzione di Vassilis Aravantinos, ha ampliato notevolmente il quadro delle nostre conoscenze sull’archeologia tebana, portando alla scoperta di importanti edifici ed aree di culto, alla precisazione dell’estensione del centro urbano in vari periodi d’uso, con la localizzazione di aree pubbliche o a vocazione commerciale e, per quel che riguarda il tema qui trattato, incrementando con numerosi dati la conoscenza accumulata in precedenza sull’articolazione del territorio extra-moenia e sulla dislocazione e fisionomia delle necropoli. Tra queste ultime si registra anche il rinvenimento della più estesa delle aree cimiteriali di epoca storica note, fino ad oggi, nel centro beotico: la necropoli nord-orientale. In considerazione della scarsità di investigazioni sistematiche su vaste aree condotte in passato sul sito pluristratificato di Tebe, nonché della generale rarità di contesti ’chiusi’ che forniscano validi appigli cronologici per fissare la nascita, l’evoluzione e la distribuzione di manufatti beotici dall’epoca geometrica a quella ellenistico-romana, la scoperta di rivela di eccezionale interesse per la quantità di informazioni ricavabili. La raccolta complessiva dei dati consente, infatti, di acquisire importanti elementi di conoscenza sui momenti di utilizzo della necropoli, sulle tipologie funerarie prescelte e sui riti ad esse collegati, così come sulle numerose classi di materiali documentate, traendone considerazioni di carattere sociale, religioso e storico e ampliando notevolmente il quadro delle acquisizioni sulla produzione artigianale e artistica di Tebe [...]


    Indice:

    Introduzione I. La necropoli nord-orientale di Tebe. Note introduttive (Vassilis Aravantinos) II. I dati di provenienza III. Rito di incinerazione e appliques fittili a Tebe IV. Appliques fittili: tecnica, iconografia e tipologia A. Soggetti antropomorfi B. Soggetti zoomorfi C. Anthemia D. Rosette e margherite E. Soggetti geometrici V. Catalogo per contesti VI. Diffusione in Beozia e precedente ipotesi di utilizzo VII. Fonti e materiali per la ricostruzione. Cataste lignee e strutture per l’alloggiamento dei corpi sul rogo funebre - Fonti letterarie - Fonti iconografiche - Fonti archeologiche VIII. Diffusione e uso di appliques ornamentali in terracotta nel mondo greco IX. Klinai: morfologia e decorazione. Occorrenza e ricorrenza degli elementi decorativi X. Ipotesi di ricostruzione - La pira e la Kline - La decorazione: dall’evidenza all’impaginato - La ricostruzione 3D. Approccio metodologico e modalità di realizzazione (Giampaolo Luglio) XI. Esegesi della decorazione figurata XII. I corredi e i materiali associati - Ceramica e terrecotte figurate delle sepolture ad incinerazione con placchette della necropoli nord-orientale di Tebe (Margherita Bonanno Aravantinos) - Oggetti in altro materiale, manufatti ed ecofatti XIII. Il rituale di incinerazione beotico e il cratere di Python XIV. Conclusioni - Coroplasti e téktones: una officina tebana specializzata? - Incinerazione e letti decorati. Note sul rapporto tra rituale funerario ed articolazione sociale XV. Summary Appendix: Technological and Analytical Examination of the Clay Plaques from Thebes (Nikos Zacharias, Giorgios Pappas, Giorgios Mastrotheodoros) Bibliografia Elenco delle illustrazioni Tavole