Humanis Divina Iunguntur Un percorso museale della Basilica Liberiana - Studia Liberiana 3

di Michal Jagosz

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 36.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:


    In 8°, bross. edit., 188 pp., ill.ni a coll.


    Nel Museo, inaugurato e benedetto dal Santo Padre Giovanni Paolo II nella solennità dell'Immacolata Concezione (8 dicembre) del 2001, sono esposti gli oggetti più preziosi appartenenti alla Basilica, chiamata anche "Betlemme d'Occidente", raggruppati in otto locali, secondo i seguenti temi:
    - storia della Basilica,
    - Cristo nel mistero della Natività e della Passione,
    - Maria venerata nella Basilica sotto il titolo di Salus Populi Romani
    - vari Santi legati in modo particolare alla Basilica: S. Carlo Borromeo (che fu arciprete della Basilica dal 1564-1572), S. Pio V, ivi sepolto, B. Pio IX appena beatificato, altri papi;
    - Anni Santi del secolo passato
    - Arcipreti
    - Capitolo
    - libri ed oggetti liturgici:
    cartegloria di Luigi Valadier, reliquiari e opere di Pietro Gentili, di Benedetto Cacciatore, ostensori (es.: Vincenzo Belli), calici di diversi artisti come Giuseppe Grazioli, Vincenzo Coaci, Pietro Paolo Spagna, Augusto Castellani offerti da papi, arcipreti, clero liberiano, amministrazione Capitolina, che seguendo la tradizione risalente al 1624, ogni anno offre un calice votivo.

    Tra le diverse opere di grandi maestri si possono ammirare i quadri: Salita al Calvario di Giovanni Bazzi detto il Sodoma, la Madonna con Bambino, S. Antonio da Padova e S. Caterina da Siena di Domenico di Iacopo di Pace, detto il Beccafumi, tre tavolette con la storia dell'Icona Salus Populi Romani, della fabbrica di Baldassare Croce.

    Vengono inoltre presentati paramenti liturgici di S. Pio V, Paolo V e di Urbano VIII, gli interessanti antichi spartiti della venerabile Cappella Musicale, tra i quali il manoscritto della Messa "La Stella" di Domenico Scarlatti e un autografo di Pierluigi da Palestrina.

    Il Museo è aperto tutti i giorni dalle 9,30 alle 18,30; inoltre è possibile visitare la "Loggia delle Benedizioni" con i Mosaici del XIII secolo ed il "Presepe di Arnolfo di Cambio" nella Cappella Sistina, con una visita guidata.

    Allegati alla News