Elementi di dinamismo nell'economia greca tra VI e IV secolo. L'eccezione e la regola - Umberto Bultrighini

di Umberto Bultrighini

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 16.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    La distinzione tra il livello della rappresentazione e il livello della consapevolezza, in tema di economia e forme mentali nel mondo greco, è il filo conduttore della rilettura di fonti proposta in questo libro. Troppo spesso si vuol dedurre dalle rappresentazioni antiche, riduttive o di condanna etica della realtà economica, uno scarso spessore o la staticità di un'economia embedded. Ma la carenza suggerita dalla rappresentazione non va interpretata come carenza nella consapevolezza. E una consapevolezza dell'incidenza dell'economico sul reale è ampiamente riflessa nelle testimonianze selezionate nel libro. Si lascia ricostruire un percorso peculiare dell'intreccio tra etica ed economia. A un nesso originario tra l'idea di scambio e l'idea di harpagè, rapina, fa seguito il progressivo liberarsi di nozioni autonome e l'affermarsi dell'idea di profitto come valore, cui corrispondono sviluppi concreti: da ciò prende l'avvio un rinnovato impulso all'eticizzazione del dato economico. Occorre essere accorti nell'individuare quale sia l'eccezione e quale sia la regola. Il modello massimo dell'anticrematistica, Sparta, un modello senza dubbio vincente nella rappresentazione, al livello della consapevolezza viene in realtà condotto ai limiti del paràdeigma isolato, rispetto a una 'regolarità' di segno profondamente diverso: non a caso i Greci hanno elaborato anche una cifra positiva in tema di scambio e di profitto, il paràdeigma della città istmica.

    Umberto Bultrighini (Fano, 1950) è professore associato si Storia greca all'Università G. D'Annunzio di Chieti. Si è occupato di aspetti istituzionali e culturali nel mondo greco d'età ellenistico-romana e di problemi pausaniani. Ha scritto "Pausania e le tradizioni democratiche. Argo ed Elide" (Padova 1990) e "Maledetta democrazia. Studi su Crizia" (Alessandria 1999).