La villa dei Gordiani al III miglio della via Prenestina La memoria e il contesto - Domenico Palombi

di Domenico Palombi

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 110.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    Roma Antica. Archeologia e Storia Urbana 1,
    Collana di Studi e Ricerche,

    In 4°, pp. 500 con carta archeologica

    Il complesso archeologico della cd. villa dei Gordiani, tanto imponente quanto
    poco noto alla storia degli studi sul Suburbio di Roma, ha avuto una sfortunata
    vicenda contemporanea che ne ha sacrificato larga parte per l’edificazione del
    moderno quartiere prenestino. Sebbene interessato da uno scavo sistematico
    tra gli anni Cinquanta e Settanta del secolo scorso, il sito non ha mai avuto una
    edizione scientifica.
    Il volume, che inaugura la nuova collana Roma Antica. Archeologia e Storia Urbana,
    offre un’articolata rassegna dei dati archeologici e archivistici noti, presentando
    i risultati di una serie di ricerche condotte in una prospettiva storica
    di lungo periodo e tese alla ricomposizione del contesto topografico, alla narrazione
    delle vicende post antiche, medievali e moderne, e alla valorizzazione
    della fortuna antiquaria del complesso monumentale dal XVI al XX secolo.
    Nato da una esperienza di ricerca pluriennale e dalla proficua collaborazione,
    scientifica e istituzionale, tra il Dipartimento di Scienze dell’Antichità di Sapienza
    Università di Roma, la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e la
    Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma, questo
    volume propone, per la prima volta, una ricostruzione integrata del paesaggio
    antico di un vasto settore del Suburbio orientale di Roma.
    Nella prospettiva offerta dal volume il paesaggio si configura come un palinsesto
    costituito dalla stratificazione dei segni, materiali e immateriali, generati nei diversi momenti e la comprensione del
    contesto – nel suo divenire identità e memoria – risulta determinante per la ricostruzione storica.
    La memoria e il contesto sono, dunque, le due dimensioni entro le quali si muove, ampliando l’orizzonte dell’analisi archeologica,
    il percorso di indagine interdisciplinare intrapreso dagli autori, che con un minuzioso lavoro di ricomposizione hanno
    svelato una realtà complessa e stratificata, tentando di riscattare il sito dal totale ma apparente isolamento in cui sembrava lo
    avessero relegato le traumatiche alterazioni urbanistiche contemporanee.

    INDICE:
    Premessa; Domenico Palombi, Via Praenestina. Materiali e temi per una biografia della Campagna Romana; Domenico Palombi, La cd. villa dei Gordiani
    al III miglio della via Prenestina: storia di una identificazione; Clara di Fazio, Memoria, studio e disegno dell’antico. Artisti, architetti e vedutisti al III miglio
    della via Prenestina; Andrea Grazian, “Ruderi e anticaglie” lungo la via Prenestina. Archeologia, cartografia e paesaggio storico nel Suburbio orientale di
    Roma; Clara di Fazio, Tor Sapienza e Tor de’ Schiavi. Storia degli scavi e delle scoperte di antichità tra il medioevo e il XIX secolo; Erika Morelli, La cd. villa
    dei Gordiani. Scavi e scoperte del Novecento; Paola Chini, La via Prenestina nei documenti dell’archivio Colini. Acquisizioni da interventi urbani nell’area “ad
    spem veterem” (anni 1954-1957); Veronica Cossu, Antonio Plescia, Via Prenestina: carta archeologica, I-VI miglio. Schede topografiche di Veronica
    Cossu (1-120), Antonio Plescia (120-214), Anna Buccellato (72; 105), Fulvio Coletti (68; 215), Flaviano Franciotti (50). Schede epigrafiche di Alessandra Starinieri
    (1-120), Elisa Mizzoni (120-214), Renata Centola (3; 7; 10; 29). Revisione epigrafica di Elisa Mizzoni. Schede dei materiali scultorei di Fabio Salvatelli;
    Domenico Palombi, I Gordiani e Roma; Bibliografia.

    Domenico Palombi è Professore Associato di Archeologia Classica presso il Dipartimento di Scienze dell’Antichità di Sapienza,
    Università di Roma: è Direttore Responsabile della rivista di Ateneo “Archeologia Classica” e Direttore del “Progetto Velia” - Grandi
    Scavi Sapienza. Dedica le sue ricerche, in particolare, alla ricostruzione della storia urbana di Roma (con specifico riguardo
    ai significati culturali, politici, sociali, religiosi ed ideologici delle diverse componenti del paesaggio urbano della città antica),
    all’archeologia del Latium vetus (topografia, urbanistica, architettura, allestimenti museali), alla storia dell’archeologia romana (tra
    Roma Capitale e l’affermazione del regime fascista), alla memoria dell’antico (nel Rinascimento e in Età Moderna). Su questi temi
    ha diretto ricerche, organizzato convegni e pubblicato tre monografie, otto raccolte di studi, oltre cento articoli in riviste nazionali
    e internazionali, più di centosessanta voci nel Lexicon Topographicum Urbis Romae