Roma e Cartagine, due civiltà a confronto - Pino Blasone,Carlo Ruta, Francesco Tiboni, Sebastiano Tusa - non disponibile

di

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 20.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    Autori:
    Pino Blasone, filosofo ed esperto del mondo islamico
    Carlo Ruta, saggista e storico del Mediterraneo
    Francesco Tiboni, archeologo navale
    Sebastiano Tusa, archeologo e assessore alla Cultura e Identità Siciliana

    Roma e Cartagine: due mondi mediterranei distanti e tuttavia vicini. Due realtà che emergono dal fondo della storia perché destinate entrambe a diventare grandi potenze del Mediterraneo. Nella prima fase trattano, si accordano sui commerci, cercano di stabilire una convivenza con reciprochi vantaggi. Questo fino al quarto secolo, quando Roma ancora non si sente pronta per sostenere uno scontro con la potenza "frontaliera". Poi si dipana una lunga vicenda di conflitti che alla fine vede Roma vincitrice e Cartagine umiliata fino alla estrema distruzione. Essa risorgerà dalle proprie rovine a partire dal periodo di Augusto, che apre a Roma l'età del principato. Essa conserva ancora tradizioni fenicio-puniche, ma diventa una Cartagine romana, Sarà quindi un'altra storia. Due civiltà allora che s'incontrano e si scontrano, che non mancano comunque di similitudini, a partire dal sacro e dalle arti, che vedono ambedue fare i conti con la grecità. Entrambe si lasciano contaminare da miti e stili artistici ellenici, senza comunque rinunciare a tradizioni proprie. Entrambe coltivano un ethos patriottico, fatto di eroismi civili e militari, di impulsi predatori e ragione. E danno una propria impronta alla storia antica. Cartagine proietta i propri commerci oltre i confini delle Colonne d'Ercole. Tenta il periplo dell'Africa e punta, dall'Atlantico, verso le coste della Bretagna. Roma conquista i popoli italici ma non li umilia, tesse la propria tela del diritto, cerca di fare un uso razionale della forza che si esprime anzitutto attraverso le sue legioni. Alla fine conquista l'intero Mediterraneo. Tante vicende, insomma, e tanti interrogativi aperti, su cui intervengono gli studiosi autori di questo libro: Oscar Belvedere, Pino Blasone, Rossana De Simone, Stefano Medas, Carlo Ruta, Francesco Tiboni, Sebastiano Tusa.