Spazi della Preghiera. Spazi della Bellezza : Il Complesso Abbaziale di Santa Maria di Farfa - Isabella Del

di Isabella Del

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 35.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    Roma: Palombi, 2016. 30cm., pbk., 246pp., most in color.

    Un viaggio attraverso i secoli alla scoperta della meraviglia dell'Abbazia di Farfa, uno scrigno d'arte e di fede immerso in un affascinante ambiente naturale della Sabina che ha subito a partire dal VI secolo periodi di invasioni, devastazioni e, distruzioni ma che ha sempre avuto la forza e la capacità di rinascere. Il volume, grazie anche ad un ricco e suggestivo apparato iconografico documenta e racconta la storia della presenza monastica che ha saputo realizzare i tesori d'arte che ancora oggi si possono ammirare visitando il complesso Abbaziale di Santa Maria di Farfa e sfogliando le pagine della pubblicazione. Spazi della preghiera, spazi della bellezza. Il concetto di spazio richiama subito un luogo fisico, un'architettura destinata a funzioni di vita: gli spazi dell'abbazia di Farfa furono e tuttora sono i luoghi della vita dei monaci, luoghi in cui la regola benedettina scandisce le ore destinate alla preghiera e al lavoro. Ma sono anche i luoghi in cui risuona la bellezza dell'arte che a piene mani nel corso dei secoli ha arricchito la chiesa e il convento. Il volume fornisce una visione organica e aggiornata del ricco patrimonio storico, religioso e artistico di questo prezioso complesso monastico che, con i monasteri di Subiaco e Montecassino, costituisce la più valida testimonianza della presenza benedettina nel Lazio. I diversi capitoli nei quali è ripartita la monografia presentano i risultati di approfondimenti e riflessioni su argomenti a lungo dibattuti intorno alle problematiche architettoniche e artistiche poste dalle lunghe e complesse vicende storiche e costruttive del complesso abbaziale, ma propongono anche novità attributive e mettono in risalto aspetti fino ad ora poco indagati. La varietà e complessità dei saggi di questo volume riflette dunque la ricchezza di riferimenti culturali che caratterizza il patrimonio artistico del complesso abbaziale di Farfa. Non sono mancate in passato indagini approfondite su singoli temi di particolare complessità: gli scavi e i restauri che hanno interessato l'abbazia nell'ultimo sessantennio riportando alla luce frammenti murali, musivi, pittorici di epoca alto medievale, hanno suscitato vivaci dibattiti fra gli studiosi, che si riverberano nei saggi di questo volume dedicati alle testimonianze architettoniche e decorative dell'abbazia in epoca medievale. Da sottolineare, infine, il testo introduttivo di carattere storico che illustra le realtà sociali, economiche, culturali, che resero l'Abbazia benedettina di Farfa un punto di riferimento religioso ma anche una potenza economica capace di aggregare la popolazione rurale e di avviare una solida attività economica e commerciale.