COSTANZA FRANCINI tra Artemisia Gentileschi e le committenze della Compagnia della pietà in San Giovanni dei fiorentini a Roma - Julia Vicioso

di Julia Vicioso

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 40.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    Collana ARTI, 26

    In 8°, bross. edit., 395 pp., 19 ill.ni a coll.

    La pubblicazione del presente volume scaturisce dal ventennale lavoro di ricerca svolto dall’autrice sulla basilica di san Giovanni dei fiorentini a Roma, dove la Compagnia della Pietà rappresentava il sodalizio fiorentino, incaricato della gestione della chiesa. In tale contesto i simboli iconografici della nazione Toscana e della Compagnia della Pietà spiccano in diverse tipologie di opere che vanno dai ceri dipinti per la Candelora alle pale d’altare. Il volume è arricchito dalla trascrizione di numerosi documenti dell’Archivio dell’Arciconfraternita e dell’Archivio di Stato di Roma, relativi al periodo che va dal ’500 al primo ’600 e attestanti la presenza di numerosi artisti più o meno noti. Tra questi ultimi troviamo Costanza Francini, inconsueta figura di pittrice che si inserisce in un contesto sociale favorevole alla donna, tanto da ottenere per il proprio lavoro il medesimo compenso dei colleghi uomini. L’interesse per la figura di Costanza è dato tra l’altro dalla sua amicizia con Artemisia Gentileschi, facilitata dalla vicinanza delle loro dimore e dal fatto di aver subito ripetute accuse diffamatorie per il loro legame con il pittore Agostino Tassi