Sulle orme di Eracle

di Aa.Vv.

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 12.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    Si tratta di un'occasione preziosa per riflettere, da diversi punti di vista, archeologico e storico-artistico, sulla modernità di un eroe greco che ha attraversato diverse culture tra Oriente e Occidente:
    Alfonsina Russo. Soprintendente Archeologo dell'Etruria meridionale
    Daniela Porro, Soprintendente per il Polo Museale di Roma
    Antonio Concina, Presidente della Fondazione per il Museo "Claudio Faina"

    Formato:21,5x24

    Allestimento:Brossura

    Numero Pagine:48

    Illustrazioni:colori

    a cura di Della Fina, G.M. De Lucia Brolli, M.A. Mercuri L.


    Sommario:
    Presentazione, A. Russo, D. Porro, A. Concina. Eracle nel mito, L. Mercuri. Eracle nelle collezioni del Museo Etrusco di Villa Giulia, M.A. De Lucia Brolli, L. Mercuri. Eracle nelle collezioni di Palazzo Corsini, G. Leone. Eracle tra i Falisci: il sogno dell'immortalità, M.A. De Lucia Brolli. Eracle nelle collezioni del Museo Claudio Faina, G.M. Della Fina. Bibliografia essenziale.



    L'idea di promuovere un progetto "Sulle orme di Eracle" nasce dalla consapevolezza della vitalità che la saga dell'eroe ha avuto - e continua ad avere - nel tempo e nello spazio, simbolo di una umanità che, nella fatica e nel confronto con le forze avverse, riesce a riscattarsi fino al premio dell'immortalità.
    L'Herakles greco, l'Hercle etrusco, l'Ercole italico e quello romano hanno offerto al mondo intero testimonianze preziose di un patrimonio mitologico e artistico che ha continuato a stimolare la creatività di scultori e pittori più vicini al nostro tempo.
    In quest'ottica si muove il progetto, che segue le orme dell'eroe lungo la Valle del Tevere, da Roma a Orvieto.
    Tre sono i musei archeologici che mettono in campo le loro collezioni: il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, quello dell'Agro Falisco nel Forte Sangallo di Civita Castellana, che fanno parte del sistema museale della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria meridionale, e il Museo "Claudio Faina" di Orvieto.
    Ad essi si aggiunge la Galleria Nazionale d'Arte antica di Palazzo Corsini che proietta l'eroe del mondo antico nelle rivisitazioni seicentesche con un delizioso quadro di Dughet.
    Anche il teatro antico e la cinematografia moderna per grandi e piccini accompagneranno questo percorso grazie al Progetto Theatron della Sapienza - Università di Roma, oggetto di una Convenzione con la Soprintendenza per i Beni archeologici dell'Etruria meridionale: con il patrocinio dell'Amministrazione comunale di Civita Castellana, una serata del Civita Festival, che tutti gli anni si svolge nel Forte Sangallo, sarà dedicata ad una performance teatrale dei giovani attori che partecipano al Progetto.