Sangue di drago squame di serpente. Animali fantastici al Castello del Buonconsiglio - Tori Luca, Marzatico Franco

di Aa.Vv.

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 38.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    Descrizione: 24 x 28 cm, 312 pagine, 213 colori, brossura Collana: Arte antica. Cataloghi

    Astuto come un serpente, acuto come un’aquila, coraggioso come un leone: dai tempi più remoti l’uomo si raffronta con il mondo animale, attribuendo o assumendo, in un gioco scambievole, sentimenti e pensieri, atteggiamenti e caratteri. Con gli animali si stabiliscono da sempre somiglianze e differenze, si tracciano confini e si accettano mescolanze, proiettando nascoste paure e inconfessati desideri. Le lotte più accanite hanno visto affrontarsi uomini e belve, mostri ed eroi, in una eterna contesa al limite tra realtà e simbolo. Memorabili sodalizi di fedeltà e amicizia hanno intessuto le pagine di secoli di storia. Le più varie creature fantastiche – draghi, unicorni, centauri o grifoni – ci hanno affascinato e terrorizzato dall’antichità ai giorni nostri, contribuendo a disegnare l’universo della conoscenza e dell’emozione. Animali reali o mitologici animano da protagonisti il mondo della letteratura e dell’arte, della musica e della religione d’ogni tempo e paese. Realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Svizzero di Zurigo e pubblicato in occasione dell’esposizione al Castello del Buonconsiglio, Sangue di drago Squame di serpente riunisce preziose testimonianze di archeologia e di arte – vasi greci, affreschi, dipinti e miniature, sculture, avori, arazzi, mosaici, tessuti – dall’antichità all’Ottocento. Un’attenzione particolare è dedicata ai numerosi animali raffigurati negli affreschi che decorano il castello del Buonconsiglio eseguiti da Dosso Dossi nella decorazione della Stua della Famea con le favole di Fedro, o la dama con unicorno, la scimmia, il serpente che morde l’Invidia dipinte da Girolamo Romanino o ancora il bestiario realizzato dal maestro Venceslao nel celebre ciclo dei Mesi in Torre Aquila o il prezioso erbario medievale conservato nel castello. - See more at: http://www.skira.net/anteprime/sangue-di-drago-squame-di-serpente.html#sthash.PYIHyYuJ.dpuf