Matthaus Greuter una meravigliosa pianta di Roma seicentesca

24 Gennaio 2019 - ore 14,19
  • _roma_nel_primo_seicento_una_citta_moderna_nella_veduta_di_matthaus_greuter_a_cura_di_augusto_rocca_d_550.jpeg 
    Mercoledì 23 gennaio 2019 all'Accademia Nazionale di San Luca a Roma si è tenuta la presentazione del volume:

    ROMA NEL PRIMO SEICENTO. Una città moderna nella veduta di Matthäus Greuter - a cura di Augusto Roca De Amicis


    Conservata nell’unica copia intera del suo primo stato nella Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, la veduta assonometrica incisa nel 1618 dall’alsaziano Matthäus Greuter è un documento essenziale quanto poco noto per comprendere il profondo rinnovamento che Roma stava vivendo in quegli anni. Frutto di competenze enciclopediche e scientifiche d’avanguardia, l’incisione ci mostra in atto una notevole crescita urbana guidata da esperti Maestri di Strada e competenti amministratori, complementare alle rilevanti imprese architettoniche volute da papa Paolo V Borghese, dove Santa Maria Maggiore, il Quirinale, San Pietro, divengono i capisaldi di un sistema di connessioni su cui si sarebbe impostata per tutto il Seicento la Roma barocca. Gli studi qui presentati offrono un articolato quadro in cui il documento cartografico, analizzato nei suoi molteplici aspetti, e la storia urbana, approfondita in buona parte su fonti documentarie inedite, si danno man forte a vicenda, riportando in evidenza una congiuntura storica rimasta a lungo in una zona d’ombra.

    Acquista volume