Minima Epigraphica et Papyrologica. Anno XXI. 2018 fasc. 23

di

invia la pagina per emailcondividi su Facebookcondividi su Twitter
  • Prezzo: € 130.00
    Aggiungi Carrello

    Descrizione:

    Rilegatura: Brossura
    Pagine: 180, 30 ill. B/N, 40 ill. Col.
    Formato: 23 x 21 cm

    Editoriale: XXI anno nuova serie
    FELICE COSTABILE (con due saggi di CLAUDIAANGELELLI STEFANO MUSCO e di GIULIA BARATTA e due note tecniche di M. LAURA SANTARELLI e di MASSIMILIANO FERRARA), L' archetipo di formula processuale dell' Editto Iudex esto. Si parret...: l' invenzione di Mucio Scevola delle azioni con intentio certa. La scoperta degli affreschi della Villa del Giurista' sull' Aniene a Roma
    I.1. La straordinarietà della scoperta
    I.2. L' attesa di una fonte per la conoscenza dell' alba dell'agere per formulas
    II.1. Pitture Frammentarie dallo scavo della Villa del Cavalcavia di Salone'
    II.2. Il contesto
    II.3. I frammenti pittorici
    II.4. Le rappresentazioni di instrumenta scriptoria e di instrumentum inscriptum negli affreschi della Villa. Studio preliminare
    II.5. Nota tecnica. Caratterizzazione degli intonaci della Villa del Cavalcavia di Salone'
    II.6. Analisi chimico-fisiche e pertinenza dei frammenti agli affreschi con instrumenta scriptorium e inscriptum ovvero con altri soggetti figurativi
    II.7. Fasi della villa e identità del suo costruttore
    III.1. Il papiro del memorandum sumptuarium: la frugalità di Quinto Mucio Scevola e il suo esemplare rispetto per la lex Fannia sumptuaria. Nota tecnica sul concetto neoclassico di numerario'
    III.2. La fictio del memorandum dipinto
    IV. La Formula Muciana: testo e invenzione dell' archetipo dell'intentio certa
    IV.1. Paleografia
    IV.2. Grammatica et iuridica quaedam
    IV.3. La formula Muciana nel momento di passaggio dal processo per legis actiones a quello formulare
    IV.4. Il significato di formula' nell'inscriptio Formula Muccii Scaeu(o)lae
    IV.5. L' invenzione dell' archetipo dell'intentio certa nei iudicia legitima
    IV.6. L' ambito della Formula Muciana: esclusione delle actiones con intentio incerta e bonae fidei e pertinenza all'ordo iudiciorum priuatorum con stretta corrispondenza fra pretesa dell'intentio e condemnatio
    V. Valore della Formula Muciana nella storia del processo romano, significato della sua invenzione e identità del suo autore
    V.1. L' uso della scrittura della formula Muciana
    V.2. Chi era il Mucio Scevola autore della formula?
    V.3. La caratterizzazione giurisprudenziale degli affreschi e il loro messaggio
    V.4. Il committente del programma figurativo degli affreschi: il significato della citazione di Muccius
    Scaeu(o)la e degli auditores della Scuola Muciana attorno al 60-40 a.C.
    V.5. L' attività giurisprudenziale di Quinto fra i principi di certezza formale del diritto e buona fede
    alla luce della formula Muciana (e la sua rappresentazione simbolica' all' ombra di Aulo Ofilio?)
    VI. La salvaguardia dei reperti e il proseguimento della ricerca sulla Villa del Giurista' sull' Aniene.

    Ringraziamenti
    VII. Abbreviazioni Bibliografiche
    SIMONE PASTOR, Traiano l' ultimo dei Flavi? Nessi familiari e dinamiche gentilizie nelle successioni imperiali
    MARC MAYER I OLIVÉ, Sobre AE 1899, 140: nueva lectura de una inscripción sobre tegula de Villafranca de los Barros